Direttore Unità Operativa di Chirurgia Ricostruttiva degli Arti
Azienda Ospedaliera "San Camillo Forlanini"- Roma
Casa di Cura Pio XI Via Aurelia 559, Roma, Italy
Tel. +39 06 664941
felicinicola.md@gmail.com

I trasferimenti nervosi nella ricostruzione dei nervi periferici lesionati

I trasferimenti nervosi nella ricostruzione dei nervi periferici lesionati

Nicola Felici – Chirurgo della mano Roma
UOC Chirurgia Ricostruttiva degli Arti – Centro Regionale
Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini – Roma

Le neurotizzazioni (o trasferimenti nervosi) servono a reinnervare un nervo che non può essere ricostruito. Esse possono essere utilizzate per riparare lesioni di plesso brachiale o lesioni di nervi singoli, come ad esempio le lesioni del nervo Ascellare associate ad una lussazione di spalla.

Trasferimenti nervosi e

spiegati dal Dottor Nicola Felici, Chirurgo della mano Roma

I trasferimenti nervosi, o neurotizzazioni, sono indicati quando non è possibile eseguire una ricostruzione attraverso innesti nervosi. Queste pratiche chirurgiche prevedono l’impiego ed il sacrificio di un nevo “donatore” sano che viene sezionato dal Chirurgo della mano, più distalmente possibile e trasferito sul nervo lesionato “ricevente”.
Questo avviene per esempio nei traumi con avulsione radicolare nelle paralisi di plesso brachiale o nei gravi traumi da strappamento.

Il nervo da trasferire viene scelto in base ai criteri proposti da Mackinnon e deve everle seguenti caratteristiche:

Deve essere un nervo sacrificabile;
Deve essere preferibilmente un nervo motore puro;
E’ necessario che abbia una grandezza idonea ed avere una funzione sinergica alla funzione del nervo da reinnervare.

I nervi donatori

I transfer nervosi descritti in letteratura sono molteplici e annoverano vari nervi donatori. Tra questi ci sono il nervo accessorio spinale omolaterale e controlaterale, il nervo frenico intercostale, sottoscapolare, ramo motore per muscolo g. pettorale, ecc.
Nelle paralisi del plesso brachiale possono essere effettuate neurotizzazioni intra- ed extra-plessiche. I principali nervi donatori sono generalmente il nervo accessorio spinale, il nervo frenico, i nervi intercostali ed in casi selezionati la radice C7 controlaterale. Un’altra neurotizzazione molto utilizzata dai chirurghi ortopedici prevede l’utilizzo di alcuni fascicoli del nervo ulnare a livello del braccio per la reinnervazione del nervo muscolocutaneo.

Prenota la tua visita con Il Professor Nicola Felici
specializzato in chirurgia della mano.

Il Prof. Felici riceve presso
la Casa di Cura Pio XI situata in Via Aurelia 559, ROMA.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *