Direttore Unità Operativa di Chirurgia Ricostruttiva degli Arti
Azienda Ospedaliera "San Camillo Forlanini"- Roma
Casa di Cura Pio XI Via Aurelia 559, Roma, Italy
Tel. +39 06 664941
felicinicola.md@gmail.com

Ricostruzione dita mano. Ricostruzione del pollice mediante trapianto di microchirurgia dell’alluce

Ricostruzione dita mano. Ricostruzione del pollice mediante trapianto di microchirurgia dell’alluce

Ricostruzione dita mano, ricostruzione del pollice, micorchirurgia della mano (ndr), a cura di F. C. Wei, N. Felici, W. Morrison

Il pollice costituisce l’elemento anatomico più importante della mano e quello che con maggior frequenza viene coinvolto nei traumi che la interessano. La perdita del pollice determina quindi un gravissimo problema funzionale per il paziente. La sua esclusione determina infatti un’incapacità superiore al 40% nell’utilizzo dell’intero arto interessato. Eseguire in urgenza un tentativo di reimpianto diventa pertanto un atto estremamente necessario. Se questo l’intervento di reimpianto non riesce o se il segmento di pollice amputato non è reperibile o è inutilizzabile, si può comunque procedere alla ricostruzione dita mano. Si ricostruisce il pollice mediante un autotrapianto icrovascolare di alluce. Il piede non subisce un danno funzionale grave. Anche in assenza di alluce il paziente può infatti camminare, correre e saltare, utilizzando una calzatura normale.


Il Dottor Nicola Felici, miglior specialista chirurgia della mano, ha grande esperienza in questo tipo di ricostruzione dita mano.
L’intervento in generale prevede la preparazione dell’alluce ed il suo trapianto sulla mano. Si ricongiungono, con tecnica microchirurgica, arterie, vene, nervi e tendini, in modo da poter ricostruire un vero e proprio pollice con l’obiettivo di riconferire al paziente caratteristiche e capacità di:
– sensibilità
– stabilità e forza
– movimento
– estetica

ricostruzione dita mano

Ricostruzione dita mano: tecniche diverse di ricostruzione

Esistono diverse tecniche chirurgiche di ricostruzione dita mano e, nella fattispecie, nella ricostruzione del pollice. Il livello di amputazione e il tipo di perdita di sostanza condizionano il tipo di ricostruzione.


Complicante del trasferimento dita del piede

Le complicazioni che possono interessare il sito donatore dopo un reimpianto di alluce sono:
– fallimento della ricostruzione: si attesta in percentuale da 0 a 7%
– Infezioni, rigidità, deiscenza ferita, sofferenza tissutale, cicatrice patologica, dolore-discomfort in percentuale attestata intorno al 20%

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *