Direttore UOC Chirurgia Ricostruttiva degli Arti - Centro Regionale Direttore ad Interim UOC Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, Roma
Numero Verde: 06 99 39

Plesso Brachiale: cosa è e quali sono le lesioni più frequenti.

Plesso Brachiale: cosa è e quali sono le lesioni più frequenti.

Che cos'è il Plesso brachiale Dr. Felici

Il plesso brachiale è uno dei sei plessi nervosi che appartengono al sistema nervoso periferico ed è composto da un complesso reticolare di nervi spinali, dedicato all’innervazione sia motoria che sensitiva di una parte del torace, della spalla, del braccio e della mano.  Nello specifico, i nervi che definiscono il plesso brachiale sono i rami anteriori degli ultimi quattro nervi spinali cervicali (C5, C6, C7 e C8) e del primo nervo spinale toracico (T1). 

In parole più semplici, quindi, il plesso brachiale è una rete di nervi spinali intersecati e raggruppati per servire parte del torace, le spalle, le braccia e le mani.
Il plesso brachiale è responsabile dell’innervazione cutanea e muscolare di tutto l’arto superiore con due eccezioni: il muscolo trapezio e un’area di cute vicino all’ascella.

I rami terminali del plesso brachiale hanno funzioni sensoriali, motorie e propriocettive, o cinestetiche. Questo significa che sono proprio i rami terminali del plesso brachiale che permettono di percepire gli stimoli, muoversi e, inoltre, di far percepire la posizione del corpo nello spazio e la contrazione dei muscoli senza bisogno della vita. 

La struttura è suddivisa dagli anatomisti in 5 sezioni:

  • La sezione 5 radici:
    la sezione delle 5 radici è determinata dai 5 rami anteriori dei nervi citati nel paragrafo precedente.
  • La sezione dei 3 tronchi:
    I tronchi identificati in questa sezione  derivano dalle già citate 5 radici. I nomi dei tre tronchi sono: tronco superiore, tronco medio e tronco inferiore
  • La sezione delle 6 divisioni:
    le 6 divisioni derivano dai tre tronchi. Ogni tronco, infatti, si divide in due dando origine ad una divisione anteriore e una posteriore. Nel plesso brachiale troviamo quindi 3 divisioni anteriori3 divisioni posteriori.
  • La sezione 3 corde:
    le tre corde sono un raggruppamento delle precedenti divisioni. Le tre corde possono essere identificate in corda posteriore, corda laterale e corda mediale.
     
  • La sezione delle 5 branche terminali:
    le 5 branche terminali del plesso brachiale sono dei veri e propri nervi: nervo muscolocutaneo, nervo ulnare, nervo mediano, nervo radiale e nervo ascellare. Questi 5 nervi hanno origine nelle tre corde. 
lesione traumatica dei plesso brachiale

Dove si trova? 

Il plesso brachiale ha origine a livello del  midollo spinale, attraversa il collo (tramite il canale cervico ascellare), passa sopra alla prima costola e poi si introduce nell’ascella, o cavo ascellare.  

Quali sono le lesioni ricorrenti? 

Le lesioni del plesso brachiale quindi consistono in danni ai nervi che compongono il plesso e possono avere diverse cause. 

  • difficoltà nel parto, in caso di travagli prolungati o di parti podalici;  
  • sport di contatto, ovvero che prevedono il contatto fisico con compagni o avversari; 
  • traumi, come incidenti stradali e ferite da arma da fuoco;
  • infiammazioni nervose;
  • tumori;
  • trattamenti con radiazioni.

Nonostante le cause possano essere molto diverse, nel 90% dei casi le paralisi negli adulti avvengono a causa di traumi, principalmente incidenti motociclistici

Solitamente, in questi incidenti l’impatto tra collo e clavicola genera una forte tensione e uno o più nervi del plesso brachiale si stirano fino a rompersi o addirittura a sfilarsi. 

Questi traumi solitamente possono comportare deficit molto importanti, fino a compromettere interamente il movimento dell’arto. 

I sintomi principali dei traumi o delle lesioni al plesso brachiale sono: 

  • sensazione di dolore al collo;
  • difficoltà o impaccio nell’utilizzo di alcuni muscoli del braccio, o delle mani;
  • sensazione di bruciore su collo e braccio;
  • intorpidimento del braccio; 
  • paralisi del braccio.

Nel caso uno o più di questi sintomi dovessero presentarsi al seguito di traumi, o di uno degli eventi sopracitati è essenziale rivolgersi immediatamente ad uno specialista in chirurgia e microchirurgia, che possa valutare la gravità della situazione e, se necessario, procedere un un intervento di chirurgia ricostruttiva del plesso brachiale

Chirurgia ricostruttiva a cosa serve?

L’intervento di microchirurgia ricostruttiva serve a garantire importanti recuperi funzionali in caso di paralisi del plesso brachiale o di lesioni della stessa area. Il successo dell’intervento, tuttavia, è strettamente connesso a tre fattori principali: 

  • gravità del trauma; 
  • condizioni generali del paziente; 
  • tempistiche di azione, per ottenere un risultato valido l’intervento deve essere effettuato entro i primi 6 mesi dal trauma. 

In caso di un sospetto danneggiamento del plesso brachiale, quindi, è essenziale intervenire immediatamente per assicurarsi una buona ripresa. 

Il Dr. Nicola Felici, specialista in chirurgia e microchirurgia ricostruttiva del plesso brachiale riceve presso la Casa di Cura Pio XI, in via Aurelia 559 a Roma, oppure presso l’Ospedale San Camillo Forlanini, Circonvallazione Gianicolense 88, sempre a Roma.